Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Ordinanza 401/2018 - Modalità attuative interventi di cui all'allegato B dell'Ordinanza 389/2018

Con l'Ordinanza del 29 giungo 2018 n. 401 il Commissario Delegato ha proceduto a definire le modalità per poter partecipare ai benefici previsti per la rivitalizzazione dei centri storici per gli interventi previsti in allegato B dell’Ordinanza n. 389.

Di seguito si riporta una sintesi dei contenuti degli articoli, per i dettagli si rimanda all’allegato tecnico dell’Ordinanza:

  • Articolo 1: campo di applicazione limitato agli edifici ovvero alle unità immobiliari, ricompresi nell’Allegato B dell’Ordinanza Commissariale 31 maggio 2018 n. 389;
  • Articolo 2: le Tipologie di Intervento ammissibili quali il ripristino/riqualificazione di immobili a qualunque titolo acquisiti da soggetti di diritto pubblico; il ripristino/riqualificazione di immobili acquisiti da soggetti di diritto privato, ovvero persone fisiche;
  • Articolo 3: il contributo erogabile fino ad un massimo del 100% per interventi pubblici e fino ad un massimo del 90% dell’importo lavori per interventi realizzati da privati;
  • Articolo 4: i vincoli della destinazione d’uso e della relativa durata;
  • Articolo 5: i requisiti soggettivi;
  • Articolo 6: le condizioni di ammissibilità a contributo tra cui fondamentale deve essere esplicitata dal proprietario cedente l’immobile, a mezzo dichiarazione di atto notorio ai sensi e per gli effetti del dpr 445/2000, la mancanza della volontà, ovvero dell’interesse, ad intervenire per il ripristino dell’immobile danneggiato dagli eventi sismici del maggio 2012;
  • Articolo 7: i vincoli per la Vendita dell’immobile;
  • Articolo 8: le Modalità di presentazione della domanda di contributo differenziate per tipologia di intervento, per interventi sul patrimonio diventato pubblico con le modalità previste dal Decreto del Soggetto Attuatore n. 47/2016 e s.m.i., per interventi di privati mediante l’utilizzo della piattaforma web “MUTA SISMA 2012”;
  • Articolo 9: i Contenuti minimi della Convenzione tra Comune e soggetti terzi;
  • Articolo 10: le Norme di salvaguardia;
  • Articolo 11: che qualora l’erogazione si qualifichi come aiuto di stato, il contributo verrà concesso nel rispetto del Regolamento UE 1407/2013 della Commissione Europea, normativa in materia di aiuti De Minimis.

03/08/2018