Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

La ricostruzione dei beni pubblici

Accanto alla ricostruzione delle civili abitazioni e delle attività produttive, vi è la ricostruzione degli immobili pubblici e degli edifici ad uso pubblico, dei centri storici e dei beni culturali danneggiati dal sisma, a favore dei quali si è intervenuti sia per privilegiare la ricostruzione privata che per l’insufficienza registrata sino a poco tempo fa dei finanziamenti stanziati dallo Stato a copertura dei danni prodotti dal sisma. A partire dal 2016, grazie all’arrivo di nuovi fondi, provenienti dal D.L. n.78/2015, dalla Legge di Stabilità 2016 ed alle economie che si sono registrate sulle altre linee di intervento si è potuto cominciare ad adottare ordinanze specifiche su questi temi.

Ripristino Immobili pubblici ed edifici ad uso pubblico

Lo strumento adottato è il Piano della Ricostruzione previsto dal comma 2 dell’articolo 4 del D.L. 74/12, uno strumento unico di pianificazione degli interventi per la ricostruzione degli immobili pubblici e degli edifici ad uso pubblico.

Centri storici e Urbani

Per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione dei centri storici è stato chiesto con Ordinanza n. 110 del 7 giugno 2016 ai Comuni di presentare i Piani organici contenenti i diversi interventi da realizzare per le finalità previste dall’art. 1, comma 371 – lettere a), b), c), d) della Legge 147/2013.

Beni culturali

Il Soprintendente per le Belle Arti e il Paesaggio per le Province di Brescia, Cremona e Mantova, in qualità di componente del Comitato Tecnico Scientifico ha presentato un elenco di beni immobili, danneggiati dagli eventi sismici, che hanno una notevole rilevanza culturale e sono ad alto rischio di perdita o compromissione della loro integrità materiale qualora non si intervenga in tempi brevi. Sulla scorta di tale segnalazioni il Commissario con Ordinanza 226/2016 ha dato agli strumenti necessari per intervenire.

Strumenti operativi per il territorio

Il Commissario Delegato, d’intesa con i Sindaci dei Comuni colpiti dal sisma, ai sensi del DL 74/2012, si avvale dell’attività istruttoria svolta dagli uffici tecnici dei Comuni stessi per la ricostruzione delle civili abitazioni. Al fine di agevolare tale attività tecnico amministrativa il Commissario Delegato ha quindi individuato tre strumenti di supporto:

  • Convenzione con ANCI
  • Tecnici per gli Uffici Tecnici Comunali
  • Locazione uffici pubblici

 

Ripristino immobili pubblici

Centri storici e urbani

Ricostruzione beni culturali

Strumenti operativi per il territorio

25/05/2018