Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Contributi per la ricostruzione delle abitazioni

Le ordinanze che regolano la ricostruzione delle civili abitazioni sono rispettivamente l’Ordinanza n.15 e s.m.i per le abitazioni temporaneamente inagibili (esito B schede AEDES) e parzialmente inagibili (esito C schede AEDES) e l’ordinanza 16 e s.m.i. per le abitazioni totalmente inagibili (esito E0,E1,E2 schede AEDES). E’ stato anche possibile, con le medesime ordinanze, chiedere contributi per il ripristino di eventuali attività produttive in esercizio presenti nell'edificio residenziale e per i fabbricati rurali strumentali la cui struttura fosse riconducibile a quella edilizia ordinaria.

Con le ordinanze nn.15 e 16 del 22 dicembre 2013 sono stati definiti i criteri per l’assegnazione dei contributi per la riparazione e il ripristino con miglioramento sismico o la demolizione e la ricostruzione di edifici e unità immobiliari ad uso abitativo danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.

Per le richieste di contributi si accede attraverso la piattaforma informatica MUTA e le relative istanze di contributo vengono istruite direttamente dai Comuni.

Ordinanza 15 – Situazione al 30 giugno 2019

Stato dell'istruttoria

No.

%

Importi netti
(€)

Istanze ritirate e/o respinte

92

20,8

 -

Istanze finanziate e lavori completati

310

70,1

 18.271.793,88

Istanze finanziate e lavori in corso

29

6,5

5.513.634,19

Istanze in istruttoria

11

2,4

1.121.972,39

Totali

442

 

 24.907.400,46

 

Ordinanza 16 – Situazione al 30 giugno 2019

Stato dell'istruttoria

No.

%

Importi netti €

Istanze ritirate e/o respinte

136

14,8

 -

Istanze finanziate e lavori completati

406

44,3

 123.125.887,70

Istanze finanziate e lavori in corso

246

26,8

 92.462.175,30

Istanze in istruttoria

128

22,1

 69.441.250,65

Totali

916

 

285.029.313,65

 

 

Le abitazioni private che non erano strutturalmente connesse con l’attività produttiva e che erano state escluse dai benefici per la ricostruzione delle abitazioni ancorchè avevano presentato domanda sull’ordinanza n.13 assieme all’azienda a cui erano connesse con l’ordinanza n.274 è stata data la possibiliotà a manifestare il proprio interesse alla presentazione di un’istanza tardiva a valere sulle ordd.15 e 16.

Sull'Ordinanza n. 301, attuazione dell'Ordinanza n. 274, sono state presentate complessivamente 13 istanze; di queste, alla data del 30 giugno 2019, 5 sono state ritirate o respinte, sono state completate 3 istruttorie per un importo pari a € 1.054.914,23 e sono in corso 5 istruttorie per un importo complessivamente richiesto pari a € 2.118.479,20.

26/07/2019